Marvel Select – Green Goblin Action Figure 18cm Diamond Select

COD: DST00132

44,90

Solo 1 pezzi disponibili

Solo 1 pezzi disponibili

0 People watching this product now!
  • BRT Corriere espresso

2-3 Giorni

4,90€ (gratis per ordini >50€)

  • Reso gratuito

Metodi di pagamento:

EAN: 699788722619

Marvel Select – GREEN GOBLIN Action Figure 18cm con Accessori Diorama Diamond Select

 

 

 

 

Marvel Select Action Figure Green Goblin 18 cm

 

Progettato e scolpito da Art Asylum! Marvel Select offre la sua interpretazione di uno dei cattivi più famosi dell’Universo Marvel!

 

Il nemico di lunga data di Spider-Man, Norman Osborne, non è mai stato così minaccioso, in una versione dettagliata e modernizzata del classico costume di Green Goblin.

 

Dotata dei 16 punti di articolazione standard di Marvel Select, questa figure da 18cm può appollaiarsi sulla base inclusa, un Goblin Glider perfettamente bilanciato avvolto nel fumo.

 

Il Green Goblin viene fornito in una confezione da collezione di grandi dimensioni, pronto per l’esposizione

 

 

Goblin (Green Goblin) è un personaggio immaginario dei fumetti creato da Stan Lee (testo) e Steve Ditko (disegni) nel 1964, pubblicato dalla Marvel Comics, che ha avuto diverse incarnazioni.

 

Principale antagonista e nemesi dell’Uomo Ragno, è uno dei più celebri supercriminali della casa editrice statunitense. Goblin si è classificato tredicesimo nella classifica dell’IGN dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti.

 

Il nome originale in inglese è composto dei sostantivi Green (verde) e Goblin (folletto): negli anni settanta, nelle prime edizioni de L’Uomo Ragno in italiano, l’Editoriale Corno adottò anche l’appellativo di “Folletto verde” per definire il personaggio, accanto alla traduzione “Goblin”.

 

Goblin si presenta molto simile ad un altro celebre supercattivo, il Joker, con cui ha in comune molti punti (come la psicopatia, l’ossessione nei confronti del suo acerrimo nemico e la risata inquietante e costante) tranne l’odio profondo che egli prova verso il suo principale nemico.

 

Norman Osborn, uno scienziato e ricco imprenditore, fondatore della Osborn Chemical (infine Oscorp), è il primo e più famoso tra i vari personaggi che hanno vestito i panni di questo supercriminale.

 

 

Sperando di ottenere maggiore controllo sulle industrie, Osborn fece arrestare per appropriazione indebita il suo ex-socio, il dottor Mendel Stromm, così da accedere alla sua formula sperimentale di potenziamento e, lavorando sul composto, questo divenne verde ed esplose sul suo volto.

 

Uscito dall’ospedale, capì che l’incidente gli aveva dato capacità straordinarie (forza e agilità sovrumane, e un’intelligenza superiore), ma con l’effetto collaterale di portarlo verso la follia, facendogli assumere l’identità segreta di Goblin.

 

La formula ha accentuato la megalomania di Norman, spingendolo a voler diventare un grande criminale e a eliminare tutti coloro che intendevano ostacolarlo.

 

Da sempre avido di soldi, Norman ha spesso trascurato il figlio Harry, il cui rapporto con lui oscilla tra l’amore paterno e l’odio per la sua inettitudine.

 

Da sempre acerrimo nemico dell’Uomo Ragno, alias Peter Parker, si scontrò con lui diverse volte: la prima fu in un set cinematografico dove, con l’aiuto dei Duri, cercò di ucciderlo per guadagnarsi una reputazione nel mondo del crimine.

 

Poi per due volte a Manhattan, dove intervenne in aiuto di Spidey anche la Torcia Umana; in questi scontri, che lo videro perdente, Goblin riuscì sempre a fuggire. Un giorno, determinato più che mai, scoprì l’identità civile dell’Uomo Ragno senza farsi notare, poi lo sconfisse senza problemi e lo catturò.

 

Goblin, pieno di sé, si smascherò rivelandogli di essere Norman Osborn. Parker lo spinse a raccontare come era diventato Goblin e usò il tempo per liberarsi. Nel combattimento che ne seguì, Osborn perse la memoria.

 

Mesi dopo Norman, tormentato dagli incubi, si ricordò di essere Goblin e quasi rivelò pubblicamente l’identità di Spidey, ma quest’ultimo, mostrandogli il figlio Harry malato, lo fece tornare in sé, e facendolgi dimenticare nuovamente il suo alter-ego criminale.

 

Dopo alcune settimane la riacquistò di nuovo, solo per rendersi protagonista di uno dei gesti più drammatici della storia dei comics Marvel quando gettò giù dal ponte di Brooklyn la fidanzata di Peter Parker, Gwen Stacy. L’evento è narrato nella storia dal titolo La Notte in cui morì Gwen Stacy.

 

A seguito del suo atto, l’Uomo Ragno giurò vendetta e lo sconfisse in uno scontro mortale in cui Goblin finì trafitto dal suo stesso aliante mentre cercava di uccidere il suo avversario.