DC Comics – Mr. Freeze by Ivan Reis statua Art Scale 16cm – Iron Studios

COD: IRO00072

209,00

Solo 1 pezzi disponibili

Solo 1 pezzi disponibili

0 People watching this product now!
  • BRT Corriere espresso

2-3 Giorni

5,90€ (gratis per ordini >50€)

  • Reso gratuito

Metodi di pagamento:

EAN: 736532715869

DC Comics Art Statua in scala 1/10 MR. FREEZE di Ivan Reis 16cm

 

 

Clicca QUI per vedere le altre fantastiche statue Iron Studios disponibili!

 

 

Statua in scala d’arte DC Comics 1/10 Mr. Freeze di Ivan Reis 16 cm

 

Statua DC Comics

 

Dall’universo DC Comics arriva questa statua in scala 1/10 di Mr. Freeze!

 

La statua di Polystone è alta ca. 16 cm di altezza e viene fornito con base abbinata.

 

 

Mr. Freeze, il cui vero nome è Victor Fries (talvolta chiamato Victor Freeze in alcuni doppiaggi italiani), è un personaggio immaginario dei fumetti DC Comics creato da Dave Wood (testi) e Sheldon Moldoff (disegni) per le pagine di Batman vol. 1 n. 121 (febbraio 1959).

 

È uno dei nemici di Batman, apparso per la prima volta in Batman n. 121 (febbraio 1959). In questo primo albo il suo nome è Mr. Zero.

 

Il nome del supercriminale è stato cambiato da Gardner Fox in Detective Comics n. 373 (marzo 1968) per adattarsi alla versione televisiva comparsa nel telefilm Batman trasmesso in quel periodo, che gli donerà il nome di Mr. Freeze.

 

Le origini e i poteri del personaggio furono modificati ancora negli anni novanta per adattarsi a quanto mostrato nella serie animata Batman.

 

Si è classificato al 67º posto nella classifica dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti secondo IGN

 

Mr. Freeze viene “restaurato” da Paul Dini e Bruce Timm nella loro serie animata di Batman, quando crearono l’episodio Cuore di ghiaccio. Il personaggio, dall’ennesimo criminale in costume, ottiene un tragico passato caratterizzato dalla malattia terminale di sua moglie Nora.

 

Da questo momento, Freeze viene sempre dipinto, sia nei fumetti che negli altri media, con questa storia: Victor si era sposato con Nora, una dolce e bellissima donna che, purtroppo, contrasse una terribile quanto rara malattia terminale e, non potendo accettare di perderla, sfruttando i suoi studi criogenici, Victor la ibernò nel ghiaccio, sperando di trovare qualcuno che potesse finanziare le sue ricerche per trovare la cura per salvarla, ma durante le sue ricerche, divenne vittima di un incidente che lo trasformò in un uomo incapace di sopportare le temperature calde, dedicando così la sua vita criminale nella speranza di trovare abbastanza fondi da permettersi una cura per la moglie.